Bari, Francesca Bottalico sui fatti accaduti nell’auditorium della parrocchia Santa Croce

BARI – In merito a quanto accaduto giovedì nell’auditorium della parrocchia Santa Croce di Bari, l’assessora al Welfare e alle Pari opportunità Francesca Bottalico dichiara quanto segue: “I fatti accaduti ieri sono molto gravi perché denotano l’incapacità di portare avanti un confronto democratico e non violento su temi delicati e sensibili come l’orientamento sessuale, le unioni civili, la parità di genere, l’educazione all’affettività. Esprimere un’opinione differente rispetto a un concetto, a una teoria, a un pensiero, non giustifica in alcun modo episodi di violenza e intolleranza. È necessario, invece, continuare a rappresentare la dignità di tutti e di tutte e lavorare affinché l’omofobia possa essere espulsa dai luoghi dove si formano i nostri ragazzi partendo proprio dalle scuole, dai centri educativi, dai luoghi di aggregazione. Riflettere sulla parità dei diritti e sulla libera scelta aiuta a sconfiggere paure e pregiudizi e a prevenire manifestazioni di violenza contro le donne, le persone omosessuali e ciò che si considera diverso.

In questa direzione vanno gli sforzi dell’amministrazione comunale attraverso percorsi che educhino alla non violenza, al rispetto delle diversità, alla formazione di quanti operano in campo sociale e socio-sanitario affinché l’educazione sia un percorso finalizzato a rendere libere le future generazioni rispetto ai bisogni e desideri.

Per questo all’interno dell’amministrazione comunale è attivo da tempo il tavolo LGBTQI, composto da una rete di associazioni e realtà impegnate quotidianamente nel promuovere una cultura rispettosa di tutte le differenze di genere e di orientamento sessuale e nel contrastare ogni forma di discriminazione e di violenza, capace di rispecchiare la complessità delle relazioni e delle sensibilità esistenti”.