Bari, campi scuola estivi finanziati dal Municipio I: in pubblicazione l’avviso biennale sul Mepa

logo Bari

I dettagli

BARI – La presidente del Municipio I Micaela Paparella rende noto che è stato pubblicato sul MePa l’avviso pubblico per la realizzazione di un campo scuola estivo che ospiterà 57 ragazzi e ragazze, 7 dei quali con disabilità.

Gli obiettivi del campo scuola sono finalizzati ad arricchire il bagaglio di esperienze dei minori e a consentirgli di trascorrere il periodo estivo con altri coetanei. È prevista anche l’organizzazione di gite alla scoperta di località regionali caratteristiche: lo scopo è quello di garantire ai partecipanti attività di valore pedagogico-educativo e alle loro famiglie un sostegno durante il periodo di chiusura delle scuole.

Le figure professionali richieste dal bando sono educatori professionali, animatori, operatori sportivi: ogni minore con disabilità dovrà essere seguito da un operatore.

La durata dell’appalto, che riguarda sia l’estate in arrivo sia quella del prossimo anno, è di 4 settimane per entrambi i periodi. Le attività ludico-ricreative, differenziate per fasce d’età, dovranno svolgersi, per almeno 25 ore settimanali, secondo un calendario che dovrà essere concordato con la coordinatrice del servizio socio-educativo del Municipio I, in stabilimenti balneari o piscine attrezzate ad ospitare anche minori con difficoltà motorie.

“Abbiamo previsto, anche quest’anno, l’organizzazione di attività ludiche e ricreative rivolte ai minori del Municipio che hanno poche possibilità di andare in vacanza d’estate – ha commentato Micaela Paparella -. Il nostro intento è quello di offrirgli un’opportunità educativa, fondata sulla partecipazione, sullo sviluppo della conoscenza e anche sul rispetto delle regole, durante la chiusura delle scuole. L’avviso, di durata biennale, è rivolto alle realtà che dovranno occuparsi di pianificare l’intero programma estivo. Nel frattempo stiamo già raccogliendo le prime adesioni delle famiglie interessate”.

Il bando prevede, inoltre, la pubblicizzazione del progetto con la produzione di materiale informativo (locandine, brochure informative) da distribuire nelle scuole, luoghi di culto, centri di aggregazione e presso gli uffici comunali. La comunicazione dovrà anche essere gestita sui social network.

La procedura negoziata è in pubblicazione sul MePa: l’importo complessivo di tutte le spese, per entrambe le annualità, è stimato in 78.116 euro (IVA inclusa).

Le domande devono essere inviate secondo le modalità previste dal MEPA, entro e non oltre le ore 12 del giorno 4 giugno.