Bari, al via le iscrizioni nei nidi comunali per l’anno 2018/2019

asilo-nido-liberta

Romano: “In quattro anni da 7 a 11 strutture, con il centro Nest e l’asilo Labriola attivi da settembre. 600 bambini accolti nel nuovo anno educativo”

BARI – La ripartizione Politiche educative e giovanili comunica che da domani, venerdì 1 giugno, fino al 1 luglio, sono aperte le iscrizioni agli asili nido comunali per l’anno scolastico 2018/19.

Con l’entrata a regime, dai primi giorni del 2018, dei nuovi nidi comunali presso l’ex scuola di infanzia Costa a San Girolamo e l’ex scuola di infanzia Montessori a Carbonara, sono complessivamente 507 i posti disponibili, 294 dei quali per i nuovi iscritti.

Le famiglie, a partire da quest’anno, potranno indicare solo il nido di infanzia prescelto Un’ulteriore preferenza potrà essere espressa per la sezione a orientamento pedagogico montessoriano negli asili nido in cui è istituita.

Al termine dell’esame delle domande, coloro i quali non risulteranno assegnatari di posto confluiranno in una lista d’attesa provvisoria unica, comune a tutti gli asili nido comunali, così da dare precedenza a coloro i quali, in base alla propria condizione familiare ed economica, hanno un punteggio maggiore.

Inoltre nelle prossime settimane sarà pubblicato l’avviso per assegnare i posti disponibili presso il nuovo asilo nido intitolato a Paola Labriola, di proprietà dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari e assegnato in gestione al Comune. Si tratta di ulteriori 30 posti che ampliano l’offerta educativa pubblica nella nostra città.

È in pubblicazione anche il bando, del valore di 1.881.000 euro, rivolto a tutti gli operatori del mercato per la gestione del servizio pomeridiano ed estivo in tutti i nidi comunali, che per i prossimi due anni consentirà alle famiglie di poter contare sull’apertura delle strutture comunali fino alle ore 18.

In questi 4 anni abbiamo voluto investire sugli asili nido perché sono i luoghi dedicati alla cura dei più piccoli e perché vogliamo aiutare i genitori a conciliare al meglio la loro vita lavorativa con quella familiare – commenta l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano -. In questo modo siamo passati dai 7 agli attuali 9 asili nido comunali, cui si aggiungeranno a settembre il centro NEST all’interno della scuola Manzari-Buonvino, a Libertà, che accoglierà 60 bambini, e il nido Labriola, in via Amendola, per 30 bambini, con un aumento del 57% delle strutture per i più piccoli in quattro anni e circa 200 bambini in più accolti nei nidi comunali rispetto al 2014. Inoltre, dialogando con il Ministero, siamo riusciti a confermare il prolungamento delle attività educative sino alle 18, un’opzione scelta dal 60% delle famiglie. L’obiettivo per il prossimo mandato sarà garantire un nido in ogni quartiere”.

Iscrizioni
L’ iscrizione dovrà essere effettuata esclusivamente online . Per poterla effettuare è necessario accedere al servizio, con autenticazione SPID o utilizzando le credenziali acquisite in fase di registrazione sul sito istituzionale [ http://www.comune.bari.it/ | www.comune.bari.it ] , alla sezione [ http://www.comune.bari.it/servizi | Guida ai servizi ] del portale istituzionale, [ http://www.comune.bari.it/web/egov/tutti-i-servizi?p_p_id=122_INSTANCE_PWQa78XYpDDH&p_r_p_564233524_categoryId=26124 | Eventi
della vita – Avere una famiglia ] , [ http://www.comune.bari.it/web/egov/-/asilo-nido-comunale-iscrizione-e-pagamento | Asili
nido comunali – iscrizioni e pagamento ] .

Gli utenti interessati a ricevere supporto nella procedura di iscrizione online potranno recarsi presso gli asili nido Villari (via Villari 15) e La Tana del ghiro (trav. via Laforgia 2) dal mercoledì al venerdì dalle ore 9.30 alle 12.30 e il martedì dalle ore 15 alle 17.

Scaduto il termine del 1 luglio 2018, il sistema non consentirà più l’accesso alla procedura.

L’avviso pubblico, le informazioni inerenti le condizioni di ammissibilità al servizio e le relative tariffe sono disponibili sul portale istituzionale – area tematica: Asili nido, scuole e politiche giovanili – sezione [ http://www.comune.bari.it/web/educazione-e-politiche-giovanili/asili-nido-comunali | Asili
nido comunali ] .

Sezioni Montessoriane
Per l’anno educativo 2018/19, i posti nelle sezioni a orientamento pedagogico montessoriano sono disponibili ne gli asili nido comunali Libertà , Villari , Le Ali Di Michela , Japigia e La tana del ghiro .

Esauriti i posti disponibili nella graduatoria inerente le sezione a orientamento montessoriano, i bambini saranno assegnati, in ordine di punteggio, alla fascia di età di appartenenza del nido. Sarà stilata dagli uffici comunali una graduatoria per ciascun asilo nido comunale suddivisa per fascia di età.

Nelle sezioni ad indirizzo pedagogico montessoriano, centrale è l’acquisizione dell’autonomia del bambino, la cura del sé e del materiale di lavoro, lo sviluppo dell’affettività e della coordinazione motoria, l’affinamento della motricità grossa e fine e lo sviluppo delle attività linguistiche, cognitive e relazionali.

In un ambiente a misura di bambino la giornata tipo si svolge prevedendo i momenti di utilizzo del materiale scientifico montessoriano come la torre rosa, i telai delle allacciature, la scala marrone, gli incastri solidi, i cilindretti colorati, le spolette dei colori per i più grandi e il cestino dei tesori, il gioco euristico, i sacchetti sensoriali per i più piccoli. A questi momenti si alternano quelli di vita pratica, che indirizzano verso uno scopo esterno costruttivo, come il prendersi cura di sè (lavare le mani, asciugarsi il nasino, mettere e togliere le scarpe), e dell’ambiente (lavare e asciugare, apparecchiare e sparecchiare, sbucciare, stendere, travasare ecc. ).

Anche le attività di routine per la vita del nido, si svolgono all’insegna del conseguimento di una sempre più ampia autonomia: il pranzo si svolge in un ambiente tranquillo, su tavole ben apparecchiate, con piatti in ceramica e posate in metallo, con brocchette di vetro da cui i bimbi più grandi possono versarsi autonomamente l’acqua di cui necessitano imparando fin da subito, con la guida attenta delle educatrici, a nutrirsi autonomamente. Il bambino viene accompagnato con lo stesso stile verso il momento del sonno, in un ambiente silenzioso, con luce soffusa e lettini bassi ai quali può accedere, quando fisicamente competente, in piena libertà e sicurezza.

Servizio Mensa
Per il servizio mensa i menù sono redatti dall’esperto nutrizionista del Comune di Bari e validati dal Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN) dell’ ASL di Bari. L’amministrazione comunale garantisce la possibilità di usufruire di diete speciali ai portatori di patologie con definito vincolo dietetico . In questo caso, le diete speciali saranno r edatte dall’esperto nutrizionista che provvederà ad individuare gli alimenti da sostituire, salvo particolari esigenze segnalate dal pediatra di libera scelta o dal medico di medicina generale.

In caso di malattia celiaca, per assicurare un pasto privo di contaminazione di glutine, il servizio di refezione è a gestione esterna.

L’amministrazione comunale garantisce anche la possibilità di usufruire di diete a carattere etico-religioso , in particolare: dieta priva di carne suina , è prevista la sostituzione con altre carni, legumi, pesce, uovo o formaggio alternandoli in base ai menù della settimana; dieta priva di carne suina e bovina , è prevista la sostituzione con carne di pollo o tacchino, legumi, pesce, uovo o formaggio alternandoli in base ai menù della settimana; dieta priva di carni , è prevista la sostituzione con legumi, pesce, uovo o formaggio alternandoli in base ai menù della settimana; d ieta vegetariana , è prevista la sostituzione con legumi, uovo o formaggio alternandoli in base ai menù della settimana; d ieta vegana , è prevista la sostituzione con legumi.

L’amministrazione comunale garantisce, inoltre, la fornitura di latte di formula per i bambini al di sotto dei 12 mesi.