Bari: aggiornamento dell’accordo tra Comune, Regione e FAL

logo Bari

16 milioni di euro per migliorare la viabilità, la sicurezza e la qualità della vita

BARI – Questa mattina è stato siglato l’aggiornamento della convenzione tra il Comune di Bari, la Regione Puglia e le FAL – Ferrovie Appulo Lucane, che prevede la realizzazione di una serie di interventi stradali per l’eliminazione delle interferenze della linea ferroviaria Bari – Altamura – Matera con la viabilità urbana sul territorio cittadino.

Il protocollo aggiornato accoglie le prescrizioni richieste dal settore Urbanizzazioni primarie del Comune di Bari relative alla realizzazione degli interventi in programma.

Le opere previste per la città di Bari, finanziate dalla Regione Puglia per un importo complessivo pari a 16 milioni e 300mila euro, riguardano l’esecuzione a cura delle FAL di:

· una rotatoria tra viale Pasteur, viale Solarino e via delle Murge: di 40 metri di diametro, la rotatoria è finalizzata a mettere in sicurezza i movimenti delle auto in ingresso e uscita da via delle Murge e a migliorare l’inversione di marcia da viale Pasteur verso via Martiri d’Avola;

· un anello di circolazione a senso unico tra viale Solarino e viale Cotugno: l’obiettivo è quello di incrementare la capacità di deflusso del sovrappasso di viale Solarino attualmente limitata dalla presenza del semaforo ad angolo con via Papa Giovanni XIII;

· la riorganizzazione degli ingressi e delle uscite del Polipark finalizzata a migliorare la viabilità di scorrimento;

· una rotatoria tra via Mazzitelli, viale Cotugno e via Generale Bellomo: di 51 metri di diametro, la rotatoria è dotata di pista ciclo-pedonale monodirezionale esterna e renderà più sicuro il collegamento con il sovrappasso di viale Solarino per gli utenti provenienti da via Matarrese, via Mazzitelli e via Bellomo;

· la viabilità di raccordo tra viale Tatarella e via Matarrese: l’intervento consentirà di congiungere via Matarrese e via Escrivà (terza mediana bis) con viale Tatarella (asse nord-sud) in modo da consentire l’utilizzo dell’Asse Nord Sud (viale Tatarella e Ponte Adriatico) da parte dei flussi di traffico provenienti da Poggiofranco;

· una rotatoria tra viale Tatarella e viabilità di raccordo con via Matarrese: di 200 metri di diametro, funzionante a tronchi di scambio, sarà l’elemento di collegamento tra l’asse nord-sud e la terza mediana bis;

· la soppressione del passaggio a livello di via delle Murge e modifica della viabilità a cul de sac : l’intervento prevede una recinzione al posto dell’attuale passaggio a livello e la realizzazione di una rotatoria sulla testata di via delle Murge per disciplinare le inversioni di marcia da parte dei frontisti;

· un sottopasso ciclo-pedonale tra viale Pasteur e via Mazzitelli: consentirà il collegamento tra la rotatoria tra via Mazzitelli, viale Cotugno e via Generale Bellomo e la rotatoria tra viale Pasteur, viale Solarino e via delle Murge;

· la soppressione del passaggio a livello strada Santa Caterina e la realizzazione, al suo posto, di un sovrappasso: sulle testate delle rampe del sovrappasso saranno realizzate due rotatorie necessarie a mettere in sicurezza il raccordo con la viabilità minore; la viabilità sarà dotata di un percorso ciclo-pedonale;

· il raddoppio della linea FAL in corrispondenza della fermata di Bari-Policlinico.

Con la sottoscrizione dell’aggiornamento della convenzione di oggi – dichiara l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso – si conclude un’importante attività di condivisione, partecipazione e modifica delle soluzioni originarie progettate per la viabilità alternativa che FAL eseguirà prioritariamente alla soppressione del passaggio a livello di via delle Murge, inevitabile a seguito sia del raddoppio della linea ferroviaria Bari-Matera, sia delle sopravvenute normative che impongono la progressiva eliminazione di tutti i passaggi a livello in ambito urbano per evidenti ragioni di sicurezza.

Le nuove modifiche della rete viaria nell’area in questione, nonché di quella ciclabile e pedonale, accolgono le richieste rappresentate dai residenti attraverso i consiglieri comunali e municipali, nonché per voce delle associazioni della zona tra cui “Bari Picone”, che ci ha sottoposto interessanti soluzioni alternative, e “Quartierino”, con cui abbiamo avuto frequenti interlocuzioni, che ringraziamo per la fattiva collaborazione.

Questi interventi sono stati studiati anche su scala maggiore, coordinandoli con un altro studio di fattibilità per la riorganizzazione della viabilità del quartiere, ad opera dell’arch. Michele Cirillo e in via di ultimazione, che completa la riqualificazione della zona interessando anche via Pietrocola, via San Giorgio, la zona del sottopassaggio Cifarelli e del Conservatorio, via Capruzzi, viale Orazio Flacco e tutta l’area contigua al Policlinico.

Con gli interventi che verranno eseguiti da FAL, grazie all’importante finanziamento regionale di oltre 16 milioni di euro, renderemo sia più efficiente il collegamento ferroviario con Matera, raddoppiandolo, sia più sicura e funzionale tutta la rete viaria prossima a questa linea ferroviaria.

L’esecuzione delle due rotatorie tra via Generale Bellomo e viale Mazzitelli, e tra viale Tatarella ed il prolungamento di via Escrivá e via Bitritto, unitamente alla nuova asta di collegamento tra via Generale Bellomo e viale Solarino, completeranno la rete viaria esistente, facilitando collegamenti rapidi tra aree residenziali vicine far loro, e oggi divise, come nel caso della zona di Santa Fara con Poggiofranco, oppure Poggiofranco con il Quartierino.

Saranno anche migliorati i collegamenti pedonali e ciclabili tra tutte queste aree, attraverso l’importante sottopassaggio ciclopedonale che collegherà viale Mazzitelli con viale Pasteur, nonché la pista ciclabile e i marciapiedi che dalla rotatoria di via Escrivá aperta al traffico lo scorso anno consentiranno di raggiungere il Santuario di Santa Fara e il complesso residenziale “Fara One”.

Anche l’asse Nord-Sud e il Ponte Adriatico risulteranno più facilmente raggiungibili e meglio collegati con i quartieri limitrofi, favorendo una migliore redistribuzione dei flussi di traffico lungo questo importante asse di scorrimento e decongestionando il traffico, come gli studi sulla circolazione stradale elaborati dall’ing. Ciurnelli per conto delle FAL hanno chiaramente messo in evidenza.

Trarrà beneficio di questa riqualificazione della rete stradale anche l’attuale incrocio tra viale Papa Giovanni XXIII, viale Orazio Flacco, via Papa Pio XII e via Generale Bellomo, oggi interessato dal transito di molti autoveicoli, e per il quale in futuro si prevede l’esecuzione di una rotatoria già inserita nel piano triennale delle opere pubbliche”.