A Lecce “La rivoluzione dei libri”

la rivoluzione dei libri

Evento conclusivo dell’iniziativa di promozione della lettura ideata da Progetto Demoni

LECCE – Si conclude a Lecce martedì 27 marzo “La rivoluzione dei libri – gruppi segreti per la rieducazione degli adulti”, l’iniziativa di promozione della lettura ideata da Progetto Demoni con il sostegno di Lecce città del libro 2017.

Alle ore 18, al Teatro Paisiello, Alessandra Crocco e Alessandro Miele di Progetto Demoni e l’Assessore alla Cultura del Comune di Lecce Antonella Agnoli presenteranno il progetto e a seguire Piergiorgio Giacché (antropologo), Stefano Laffi (ricercatore sociale), Nicola Villa (vicedirettore Rivista Gli Asini) e Lorenzo Donati (critico teatrale, Altre Velocità) si confronteranno sul tema “Crisi e lost generation”.

Alle 21 andrà in scena lo spettacolo “Lost generation” di e con Alessandra Crocco e Alessandro Miele.
Partendo dalla constatazione che la lettura è una pratica sempre più elitaria e marginale, Progetto Demoni ha provato a immaginare i lettori di oggi come dei veri e propri rivoluzionari, pronti a con-quistare alla causa nuovi sostenitori. Sulla scia dei lettori esuli di “Fahrenheit 451” che imparavano a memoria i libri perché non andassero perduti e delle cinquine sovversive dei “Demoni” di Dostoevskij, è stata costituita una rete di gruppi segreti che si sono riuniti per compiere un atto sempre più rivoluzionario: leggere.

La rivoluzione è iniziata a gennaio con le giornate di reclutamento dei ribelli in quattro istituti sco-lastici superiori della periferia di Lecce: Polo Professionale Scarambone, Istituto Tecnico Economico Olivetti, Istituto Tecnico Grazia Deledda, Liceo Virgilio Redi.

Circa 300 studenti sono stati coinvolti in brevi laboratori teatrali. Tra loro sono stati scelti i capi della rivoluzione ai quali è stato affidato il compito di formare gruppi di persone di età diversa pescando tra le loro conoscenze.

I ribelli si sono incontrati una volta alla settimana nel mese di febbraio e hanno letto brani proposti da Progetto Demoni con l’aiuto di un folto gruppo di “padri ispiratori”, ossia scrittori, registi, attori, giornalisti e altri.

Tra tutti i testi, i gruppi hanno selezionato 17 frammenti da regalare alla città. Questi frammenti sono stati letti e registrati da attori e scrittori che hanno aderito alla causa: Michele Bandini (Spazio Zut! Foligno / Compagnia Zoe Teatro), Consuelo Battiston (Menoventi), Elena Bucci (Le belle bandiere), Ruggero Cappuccio (Direttore Napoli Teatro Festival), Nadia Casamas-sima (IAC – Centro Arti Integrate), Alessandra Crocco (Progetto Demoni), Gea Martire, Alessandro Miele (Progetto Demoni), Antonio Pascale, Alessandro Renda (Teatro delle Albe).

Ora possono essere ascoltati da tutti nei 17 bar di Lecce che espongono il QR Code della Rivolu-zione dei libri. Basterà uno smartphone per ascoltare le voci della Rivoluzione e scoprire le tracce del lavoro dei ribelli. E’ possibile trovare la mappa dei punti d’ascolto sul sito www.progettodemoni.it

La rivoluzione dei libri è stata organizzata da Progetto Demoni con il sostegno di Lecce Città del Libro 2017 e la collaborazione della rivista Gli Asini, di Studio Antani e delle Edizioni e/o che han-no messo a disposizione gratuitamente alcuni libri del loro catalogo.

LINK
http://www.progettodemoni.it/#rivoluzione
Video della rivoluzione su https://www.youtube.com/channel/UCXOyMdVcRLzlNlHCiBXUmTg/videos