A Bari il Festival delle periferie

L’iniziativa avrà inizio alle 9.30

BARI – Si terrà domani, giovedì 22 ottobre, dalle ore 9.30 alle 21, nel centro multimediale “Giovanni Paolo II”, in via Marche 1 a Bari, l’edizione numero zero del “Festival delle periferie”, un’iniziativa promossa dal Centro di Ascolto per le Famiglie e dal Centro Aperto Polivalente per minori di San Paolo-Stanic. Il festival nasce con l’obiettivo di promuovere una riflessione attiva e partecipata sul tema delle periferie, privilegiando un approccio positivo e di valorizzazione delle capacità di resilienza e di crescita delle persone e dei luoghi che quotidianamente abitanti, operatori e organizzazioni animano. L’intento è quello di avviare una riflessione multidisciplinare con uno sguardo che parta dalla periferia per proiettarsi verso il resto della città. Il tema scelto è quello del riscatto.

“Questa rassegna – commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico – consente di mantenere sempre vivo e rilanciare il dibattito sul ruolo delle periferie, fisiche e simboliche, rafforzando una funzione generativa rispetto a valori come la solidarietà, la coesione sociale, il mutuo aiuto. Il tema scelto per la prima edizione del festival è particolarmente interessante perché il riscatto offre a coloro che vivono le periferie l’occasione per definire e ridefinire la propria centralità e identità, invertendo percorsi ordinari e scontati in cui le periferie risultano essere spesso subordinate al centro. Spero che questa iniziativa diventi un appuntamento annuale e di riferimento per l’intera città e che possa contribuire a valorizzare risorse fondamentali per la crescita della nostra comunità”.

Alla manifestazione, che prenderà il via alle ore 9.30 con i saluti istituzionali, interverranno il sindaco Antonio Decaro, l’arcivescovo della diocesi Bari-Bitonto mons. Francesco Cacucci e il presidente della Fondazione Giovanni Paolo II onlus mons. Nicola Bonerba.

Alle ore 10, la coordinatrice del Centro socio-educativo diurno – C.S.E.D. San Paolo Rosanna Spizzico dialogherà con gli studenti presenti introducendo i temi su cui verterà il festival. Al termine del dibattito sarà proiettato il film “Noi siamo infinito”, di Stephen Chbosky, cui seguirà una discussione moderata dallo scrittore e critico cinematografico della cooperativa sociale I bambini di Truffaut Giancarlo Visitilli.

I lavori riprenderanno alle ore 16 con i saluti dell’assessora al Welfare Francesca Bottalico, del presidente del Municipio III Massimiliano Spizzico e della segretaria generale della Fondazione Giovanni Paolo II Teresa Masciopinto. La sessione pomeridiana sarà rivolta in particolar modo alle famiglie dei territori “di periferia”, agli educatori e agli operatori sociali coinvolti quotidianamente nel lavoro sul campo.

Il dibattito sarà introdotto dalla coordinatrice del Caf/Cap di San Paolo-Stanic Valentina Marzano. Sempre nel pomeriggio avrà luogo la proiezione del film inedito “Short term”, realizzato in collaborazione con la cooperativa sociale I Bambini di Truffaut, cui seguirà il dibattito moderato da Teresa Masciopinto e Giancarlo Visitilli.

Alle ore 20 prenderà il via la “Festa di periferia” con l’esibizione musicale del Train da’ duo (Elio Arcieri voce, Marco Giuliani chitarra e voce).
Nel corso della giornata sarà possibile visitare tre mostre: l’esposizione fotografica “Spazi simbolici e semantici del quartiere San Paolo”, realizzata dal Caf/Cap San Paolo-Stanic con i ragazzi e le ragazze del C.S.E.D. San Paolo, la mostra di manufatti artistici composti da materiali di riuso dai ragazzi e le ragazze del laboratorio “A.A.Artisticamente adolescenti” del Caf/Cap San Paolo-Stanic e “Piccole orme colorano le periferie”, a cura del Centro ludico per la prima infanzia Piccole Orme.

“Operiamo da oltre vent’anni al quartiere San Paolo – dichiara Teresa Masciopinto – ma abbiamo anche altri presidi ormai stabili in quartieri periferici di Bari, siamo stati testimoni, senza immodestia, crediamo anche un po’ protagonisti delle trasformazioni sociali e urbanistiche che hanno riguardato questi contesti territoriali negli ultimi anni. Dare visibilità a queste trasformazioni e contribuire alla costruzione di un progetto per Bari a partire dalle periferie crediamo sia coerente con la nostra missione. Speriamo per il futuro di allargare questa manifestazione ad altri interlocutori locali, nazionali ed internazionali in maniera da farla crescere fino a farne un punto fermo per il dibattito intorno ai temi che ci stanno a cuore”.

L’evento è organizzato dal Centro di Ascolto per le Famiglie e Centro Aperto Polivalente per minori San Paolo Stanic – assessorato al Welfare del Comune di Bari – nell’ambito delle attività già finanziate con fondi ex l. 285/97.